Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Certificazione dei contratti d’appalto: le linee guida della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

Certificazione dei contratti d’appalto: le linee guida della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
17
APR 19

Il Ministero del Lavoro, nella circolare n. 5 dell’11 febbraio 2011 affermava che l’appalto e la somministrazione si differenziano per il diverso oggetto, che nell’appalto sarebbe individuato in un “fare” mentre nella somministrazione si realizzere in un ”dare”.

È quanto evidenziato dalla Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro nella circolare n. 6 del 15 aprile 2019. Infatti, mentre per la somministrazione l'oggetto è un dare (il somministratore fornisce manodopera all'utilizzatore affinché la utilizzi in base alle proprie esigenze), per il contratto di appalto l'oggetto è un fare (un servizio o un'opera).

La citata Circolare 15 aprile 2019, n. 6 ha per oggetto “La certificazione del contratto d’appalto” e  fornisce chiarimenti in relazione all’istituto della certificazione che può essere utilizzato con riferimento alla distinzione tra il contratto di appalto e quello di somministrazione di lavoro, aggiornando le specifiche linee guida e fornendo anche indicazioni operative sull’organizzazione dei mezzi necessari, sui rischi dell'appaltatore, sugli obblighi del datore di lavoro legato in solido all'appaltatore.
Poiché, infatti, la somministrazione di lavoro è sottoposta ad una disciplina giuridica più vincolante rispetto all’appalto, l’interesse delle parti del contratto sarà, di regola, quello di certificare la sussistenza dei requisiti del contratto di appalto, escludendo così la configurabilità della somministrazione illecita di mano d’opera ed in particolare della somministrazione fraudolenta di cui all’art. 38-bis del D.Lgs. n. 81/2015. Ne deriva che, la certificazione dell’appalto si potrà basare non soltanto sul contratto iniziale, ma anche sul successivo svolgimento del rapporto negoziale.

La circolare n. 6/2019 dopo gli aspetti generali tratta i seguenti argomenti:

A cura di Redazione LavoriPubblici.it del 17/04/2019 


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy