Logo - Tutto Gare
Studio Amica Tutto Gare Software per la gestione interamente telematica delle gare d'appalto


Licenza Ars nell'appalto

Licenza Ars nell'appalto
Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
11
GIU 19

Illegittimo il bando di gara indetto dal comune per la predisposizione della rassegna stampa nella misura in cui ha inserito, tra i criteri di valutazione dell' offerta, quello della sottoscrizione della licenza Ars del repertorio Promopress.

Nel senso che, se lo scopo è di tutelarsi da eventuali rivendicazioni da parte degli editori e poter, così, usufruire di una rassegna non lesiva dei diritti d' autore, la licenza Ars deve essere un requisito di partecipazione alla gara e non un titolo preferenziale. La questione è stata risolta dal Consiglio di Stato, sez. V, con la sentenza 3015 del 9 maggio che, peraltro, ha ribaltato la decisione del giudice di I grado. La legge 633/1941 sul diritto di autore vieta in generale la riproduzione dell' opera di ingegno, ma esclude da tale divieto gli articoli di attualità di carattere economico, politico o religioso pubblicati nelle riviste o nei giornali e la Corte di cassazione (sentenza 20410/2005), ha affermato che elaborare rassegne stampa sistematicamente diffuse il giorno stesso della pubblicazione degli articoli è condotta commercialmente scorretta ossia integra una fattispecie di concorrenza sleale. In tale contesto normativo, puntualizza il Consiglio di stato, va inserita la scelta della Federazione italiana editori di giornali di costituire la Promopress s.r.l. e di gestire, suo tramite, i diritti di autore in relazione alle rassegne stampa, mediante repertorio cui può aderire ogni società del settore interessata. Ma se la scelta di fondo del comune, ha rilevato la sezione, è giustificata dal rispetto della legge sul diritto d' autore in tema di composizione delle rassegne stampa, essa è condizione legale per lo svolgimento dell' attività imprenditoriale e va richiesta a tutti gli operatori. Non può, in pratica, atteggiarsi a criterio premiale di valutazione dell' offerta tecnica, poiché l' operatore che ne è privo esercita l' attività contra legem e la sua offerta è inammissibile non solamente meno valida dell' altra.

A cura di Italia Oggi pag. 36 del 11/06/2019   – autore MARILISA BOMBI


Richiedi un contatto

Compila il form per essere ricontatto da uno dei nostri esperti

Informativa sul trattamento dei dati personali (Regolamento UE 2016/679)
Gentile utente, ti informiamo che i dati personali da te gentilmente forniti nel form elettronico saranno trattati elettronicamente dal titolare del trattamento, Studio Amica società cooperativa, e da nostro personale incaricato al solo scopo di: riscontrare le vs. richieste di informazioni; Tali dati non saranno diffusi né comunicati a terzi e, in ogni caso, il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. Subito dopo il riscontro alle vs. richieste saranno immediatamente cancellati. In ogni caso potrai esercitare i diritti previsti dagli artt. 15-22 del Regolamento UE 2016/679 ai recapiti indicati nella nostra privacy policy; Studio Amica assicura che il presente trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati potete consultare la Privacy Policy del sito.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa
Certiquality
ISO 9001:2008
Certificato n. IT 39144
Certiquality
ISO 27001:2014
Certificato n. 20856


Recapiti Telefonici

+(39) 0831 63 50 05
fax +(39) 0831 68 12 15
Indirizzo

Studio Amica
Via Giordano, 56
72025 San Donaci (BR)

Sito internet

info@studioamica.it
info@pec.studioamica.it
www.studioamica.it

Privacy Policy | Cookie Policy